Amici dei Musei e dei Monumenti
  Home
Menu principale
Home
L'associazione
Appuntamenti
Pubblicazioni
Contattaci
Cerca
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
 

Ultime notizie
 
CIRCOLARE 8 DEL 2021 PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
martedý 25 maggio 2021
CIRCOLARE 8 DEL 2021 
 
 
Bassano del Grappa, 25 maggio 2021

Cari Amici,
per queste ultime settimane, prima della pausa estiva, un promemoria, una comunicazione e tre opportunità da cogliere:

1. AIUTACI A SOSTENERE LE NOSTRE ATTIVITA’: DESTINA IL TUO 5X1000 E, DA QUEST’ANNO, ANCHE IL 2X1000.
Inserisci il Codice Fiscale 91005740245 dell’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa APS nella dichiarazione dei redditi.

2. Pur con le molte difficoltà legate alla ripresa dalla pandemia, tutte le nostre iniziative – conferenze e visite guidate – stanno riscuotendo un notevole successo, col tutto esaurito per le uscite fin qui fatte e con Sala Chilesotti sempre quasi piena nei cinquanta posti autorizzati. In parallelo e a conferma di questo consenso c’è un ulteriore dato che ci riempie di orgoglio: da luglio 2020, data d’ingresso dell’attuale Consiglio, sono ad oggi ben 64 i nuovi Soci. Un grazie di cuore a tutti per la fiducia che ci state dimostrando!

3. Sabato 29 maggio, come già comunicato nella circolare del 29 aprile, è prevista l’apertura della mostra Palladio, Bassano e il Ponte. Invenzione, storia, mito, a cura di Guido Beltramini, Barbara Guidi, Fabrizio Magani e Vincenzo Tiné, fino al 10 ottobre. Ogni indicazione sugli orari e le regole di accesso, nel sito e nel profilo Facebook dei Musei Civici di Bassano del Grappa.

4. Venerdì 11 giugno alle ore 17.00 in Museo Civico si terrà la presentazione del volume ANTONIO CANOVA, Epistolario 1811 a cura di Giuliana Ericani, secondo il programma che trovate allegato. La propria partecipazione va comunicata agli indirizzi indicati nell’allegato.

5. Sabato 19 Giugno CITTADELLA
Ore 9 visita guidata al nuovo Museo del Duomo, aperto lo scorso 22 maggio con una veste totalmente rinnovata, conglobando anche quanto rimane della precedente chiesa medievale, con i suoi preziosi affreschi, tra i quali alcuni brani di Jacopo Bassano. La scelta dei curatori – in primis del dott. Andrea Nante, direttore del Museo diocesano di Padova – è stata quella di privilegiare la qualità sulla quantità per offrire pitture e sculture, ma anche esempi di arti applicate, che risultino effettivamente eccezionali per livello o per significato, come la Cena in Emmaus (1537) di Jacopo Bassano o la tavola raffigurante il Compianto sul Cristo morto, capolavoro della pittura veneta di metà Quattrocento, attribuito da Federico Zeri ad Andrea da Murano.
Ore 10 visita guidata al camminamento di ronda delle Mura, un’esperienza letteralmente spettacolare. Risalenti al XIII secolo, le Mura hanno una circonferenza di quasi 1.500 metri ed un’altezza media di 12 metri.
Ore 11.30 visita guidata al Teatro Sociale, edificato su progetto di Giacomo Bauto (1817-28) e composto da 54 palchetti decorati da Francesco Bagnara (1830).
Ore 12 (primo gruppo) e 12.30 (secondo gruppo), visita guidata alla mostra MICHELE FANOLI. Dalla Venezia di Canova alla Parigi della Maison Goupil, dal 14 maggio al 29 agosto in Palazzo Pretorio (di cui ammireremo gli splendidi affreschi oggetto di un esemplare restauro).

La mostra, curata da Elena Catra, rappresenta la più completa e aggiornata esposizione monografica su Michele Fanoli (Cittadella 1807-Milano 1876), a più di settant’anni dall’ultima rassegna realizzata a Cittadella nel 1950. L’esposizione, con un centinaio di opere tra disegni, dipinti, litografie e sculture, ripercorre l’intera carriera di Michele Fanoli, dall’apprendistato in Accademia di Belle Arti a Venezia, dove era viva l’influenza di Antonio Canova, fino al trasferimento a Parigi. Fanoli si trasferì in Francia per avere a disposizione le più avanzate strumentazioni dell’arte litografica che gli permisero di stampare le tavole dal titolo Opere di Antonio Canova nell’importante stabilimento litografico di Lemercier e venderle nella galleria di Goupil, il famoso gallerista degli impressionisti e post-impressionisti.
All’interno della mostra viene dato un focus particolare alle litografie a tematica canoviana in compresenza con numerose opere provenienti dal Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno. L’esperienza parigina di Fanoli terminò negli anni Sessanta, quando rientrò in Italia per dedicarsi alla didattica che lo impegnò fino alla morte, avvenuta a Milano nel 1876.
Ritrovo direttamente a Cittadella alle 8.45, al parcheggio di Villa Rina in via Riva del Grappa 89 con mezzi propri. Per chi arrivasse con mezzi pubblici appuntamento di fronte al Duomo alle 8.55.
Su prenotazione via email, per un massimo di 24 posti.
Contributo alle spese di 20€ (comprensive dei biglietti d’ingresso e delle visite guidate), da versarsi subito prima dell’inizio della visita.

Da parte del Consiglio e mia un cordiale saluto, soprattutto ai tanti nuovi Soci

Il presidente
                                                      Marcello Zannoni
Ultimo aggiornamento ( martedý 25 maggio 2021 )
 
< Prec.   Pros. >
  Web-Area.Info